Immagine per gent. concessione del dott. Fabio Gorni

Il disegno del collo Prama è una sintesi di platform switching orizzontale e verticale.

Da molti anni ormai la letteratura scientifica si occupa del concetto di platform switching, ossia la tecnica di riabilitazione protesica che prevede l’utilizzo di abutment di diametro inferiore rispetto alla piattaforma implantare al fine di migliorare la distribuzione biomeccanica del carico protesico, ma soprattutto per distanziare la connessione protesica dall’osso cervicale.

Le evidenze cliniche relative all’uso di impianti Sweden & Martina confermano che il concetto funziona sia quando applicato alla morfologia della spalla dell’impianto (come nel caso degli impianti Premium Kohno SP), sia quando ottenuto protesizzando un impianto standard con abutment di diametro inferiore a quello previsto dalla piattaforma di connessione (platform switching protesico, come nel caso degli impianti Shelta, Outlink2, Global).

È proprio da questa esperienza che nasce l’idea di massimizzare il platform switching, di sfruttarne sia la geometria orizzontale sia quella verticale, come nel disegno del collo dell’impianto Prama.