Immagine per gent. concessione del dott. Ignazio Loi

Prama è l' impianto che nasce dal concetto della tecnica B.O.P.T. su dente naturale, e che ne sfrutta i princìpi per ottenere riabilitazioni implantoprotesiche stabili ed estetiche.
La capacità dei tessuti molli di adattarsi alle forme delle strutture protesiche viene valorizzata dal collo Prama, che connesso a pilastri con geometria verticale dà modo al profilo di emergenza protesico di conformare i tessuti perimplantari.
Con Prama, la «tecnica di preparazione biologicamente orientata» diventa una «tecnica di preparazione protesicamente orientata», che sfrutta i vantaggi di una geometria verticale lasciando libero spazio alla rigenerazione dei tessuti intorno all’emergenza protesica e allontanando dalla cresta ossea il raggio d'azione dei batteri.

Riabilitazione implanto-protesica di elemento incisivo frontale con impianto Prama

Loi I.

Case report
(.pdf - 178 KB)
NumeriUno, 20: 12-13, 2014
“Tutte le procedure che caratterizzano la tecnica B.O.P.T. utilizzate sugli elementi dentali sono state trasferite anche all’implantologia, arrivando alla creazione di Prama, la fixture nata dai principi della tecnica B.O.P.T. per semplificare anche l’implantoprotesi. La libertà di scelta tra morfologia endossea cilindrica o conica e due diversi trattamenti di superficie rendono semplice e sicuro il posizionamento chirurgico. Il profilo di emergenza a geometria iperbolica consente una reale continuità tra impianto e pilastro; il trattamento anodico permette un perfetto mimetismo con i tessuti molli. Prama è l’impianto per raggiungere l’eccellenza protesica.”
dott. Ignazio Loi

Follow-Up a tre anni