Immagine per gent. concessione di Dentisti Vignato

Le riabilitazioni su impianti Prama sfruttano la totale assenza di margini o chamfer protesici e la morfologia verticale del pilastro garantisce una vera continuità con il collo dell’impianto Prama.

Questa assenza di margini consentirà ai tessuti molli di scorrere sul titanio senza trovare impedimenti e di raggiungere il profilo di adattamento stabilito dal protesista.

Inoltre consentirà una totale libertà di posizionamento della chiusura della corona protesica, consentendo al medico di gestire i livelli di chiusura della protesi assecondando le diverse situazioni anatomiche e/o cliniche del paziente.

Utilizzo clinico dei nuovi impianti Prama: inserimento e riabilitazione con un singolo impianto

Sandri L.

CASE REPORT
(.pdf - 239 KB)
NumeriUno, 20: 22-24, 2014
Introduzione
L’evoluzione degli impianti in odontoiatria è sempre in continuo sviluppo con lo scopo di migliorare le performance e i risultati finali dei piani di trattamento. Sia nel carico immediato che in quello differito la gestione dei tessuti molli può risultare delicata e difficile soprattutto quando i profili ossei in seguito al rimaneggiamento non hanno più la fisiologica possibilità di sostenere i tessuti molli.
La possibilità di avvicinarsi alle tecniche implantari basandosi sui concetti della tecnica B.O.P.T. può semplificare e dare risultati entusiasmanti. Perciò la possibilità di gestire la guarigione dei tessuti molli grazie ad una particolare geometria dell’impianto e l’approccio B.O.P.T del provvisorio fornisce ad oggi clinicamente un’ottima alternativa per semplificare e gestire al meglio i tessuti molli perimplantari.1,2
Bibliografia
  1. Paoloantonio M., Scarano A., d’Archivio D., Placido G., Tumini V., et al.; Immediate implantation in fresh extraction sockets. A controlled clinical and histological study in man. J Periodontal. 2001;72:1560-71
  2. Loi I., Scutella F., Galli F.; Tecnica di preparazione orientata biologicamente (B.O.P.T.). Un nuovo approccio nella preparazione protesica in odontostomatologia. Quintessenza International 2008;5 (24):69-75
  3. Loi I.; Protesi su denti naturali nei settori estetici: descrizione tecnica B.O.P.T.; Dental Cadmos 2008;76(10);51-59
  4. Corrente G., Abundo R., Cardaropoli D., Cardaropoli G., Martuscelli G.; Long-term evaluation of osteointegrated implants in rigenerated and non rigenerated bone. Int J Periodontics Restorative Dent 2000;20:390-397