Immagine per gentile concessione dott. Giocchino Cannizzaro

Uno studio guidato dal dott. Cannizzaro ha comparato l'esito a un anno di riabilitazioni a carico immediato di un’arcata completa su impianti Prama in mascella e in mandibola.
Ai fini dello studio sono stati reclutati 40 pazienti che sono stati suddivisi in due gruppi omogenei, entrambi composti da 20 pazienti, 10 con edentulia totale in mascella e 10 in mandibola. Il primo gruppo è stato trattato con una riabilitazione totale su 3 impianti (Fixed-on-3 o Fo3), mentre ai pazienti del secondo gruppo sono stati inseriti due impianti (Fixed-on-2 o Fo2). In entrambi i casi i clinici hanno imposto un torque minimo di inserimento degli impianti di 60 Ncm, in modo da garantire un’ottima stabilità primaria.
I parametri valutati durante il primo anno dal carico protesico sono stati il fallimento implantare, il fallimento protesico, complicanze e variazioni dei livelli ossei marginali perimplantari. Al termine del periodo di osservazione non è stato registrato alcun fallimento implantare, né sono state rilevate fratture o sofferenze nell’area perimplantare.

Stando a questi risultati, l’impianto Prama grazie alla sua connessione Collex e al design del collo convergente è in grado di supportare riabilitazioni con protocollo Fo2 e Fo3 nei pazienti elegibili per tali trattamenti, con un numero ridotto di impianti.
I pazienti inclusi in questo studio restano in osservazione da parte degli autori, che pubblicheranno ulteriori follow-up per confermare questi dati preliminari.

Leggi l'abstract originale:

Eur J Oral Implantol. 2016;9 Suppl 1(2):143-53.
Immediate loading of two (fixed-on-2) versus three (fixed-on-3) implants placed flapless supporting cross-arch
Cannizzaro G, Loi I, Viola P, Ferri V, Leone M, Trullenque-Eriksson A, Esposito M.